AM.SI.Form | Ambiente, sicurezza, formazione.

Il futuro delle Pmi italiane passa per la digitalizzazione

Le Pmi – Piccole e medie imprese sono la realtà trainante nel nostro Paese, ma sono ancora troppo poco digitalizzate. L’innovazione, invece, è un processo importante pur se lungo e tortuoso. In Italia, le Pmi sono oltre duecentomila e contribuiscono a circa il 40% del fatturato generato, ma, secondo lo studio del DESI (Digital Economy and Society Index), l’indice creato dalla Commissione Europea per monitorare i progressi dei paesi UE, il livello di digitalizzazione delle Pmi italiane è sotto la media del continente. Un ritardo che riguarda vendite online, presenza sul web, marketing e comunicazione, analisi di Big data e tecnologia. 

L’importanza della digitalizzazione

Quello che occorre alle Pmi, soprattutto di vecchio stampo, è un cambio di mentalità. La digitalizzazione non va intesa solo come un invio di posta elettronica invece di lettere commerciali, ma comprende una serie di processi e meccanismi aziendali che ne migliorano l’efficienza, la presenza e la velocità di esecuzione. Il mercato è sempre più competitivo e cambia in modo repentino. Pensiamo alla pandemia e all’importanza del rapido passaggio alle vendite online, per molte aziende elemento fondamentale di sopravvivenza (la crescita nel periodo Covid è stata del 50%).

E proprio in questo arco temporale così difficile, le Pmi hanno accelerato la trasformazione digitale, che ora andrà pianificata come strategia per il lungo periodo e inserita nei processi in modo costante. Saranno necessari una riorganizzazione dei processi produttivi, nuove tecnologie e poi l’inserimento di professionisti del comparto digitale. Il 90% delle Pmi ha compreso l’importanza di questo passaggio alla digitalizzazione, che però ora deve essere messo in atto.

Le iniziative

E proprio per dare una spinta ulteriore a questo passaggio stanno nascendo diverse iniziative a sostegno delle Pmi. Tra queste molto interessante il supporto di Facebook e Touring Club Italiano alle Piccole e medie imprese dei 252 borghi Bandiera Arancione. La Bandiera Arancione certifica la qualità turistico-ambientale dei piccoli centri del nostro territorio, che sono ricchi di storia, cultura e tradizioni.

L’obiettivo è quello di spronare la ripartenza del turismo e dell’indotto collegato a questo settore, che nei lunghi mesi della pandemia ha perso circa 88 miliardi di euro e 233 milioni di presenze. Il 79% degli amministratori e operatori dei comuni interessati si è detto favorevole alla possibilità di poter usufruire di formazione qualificata, soprattutto nel settore digitale, proprio quella che Facebook e Touring Club Italiano stanno offrendo ai commercianti dei borghi. Una serie di strumenti e iniziative per formarsi e aggiornarsi sul mondo del digitale, sulla presenza online e sui social, considerando che proprio la ricerca The Digital Tools Consumer SurveTcondotta da Deloitte per Facebook, ha fatto emergere che il 30% dei consumatori italiani ha trovato nuove imprese proprio grazie all’utilizzo di strumenti digitali.

(Fonte: “FondItalia”)

Aggiornamento per addetti al Primo Soccorso - aziende del gruppo A
Leggi di piùScheda iscrizione

I requisiti del personale addetto al primo soccorso e la sua formazione, individuati in relazione alla natura dell’attività, al numero dei lavoratori occupati ed ai fattori di rischio, sono individuati dal decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388. (D.Lgs 81/2008 articolo 45 comma 2).

Gavardo
6 ore
23

Siamo partner strategici di importanti realtà nel campo della formazione

A.L.IM. | Associazione Liberi Imprenditori è un’Associazione Datoriale rivolta soprattutto agli artigiani e commercianti, ossia a quella parte del tessuto produttivo che costituisce la “Piccola e Media Impresa del Nord Italia” e a tutti gli operatori del Terziario avanzato e dei Servizi alle Imprese, sempre più fattori di innovazione e sviluppo per le attività imprenditoriali.

A.L.IM. si propone quale partner privilegiato per le PMI. I diversi servizi offerti, che spaziano nei principali ambiti dell’attività imprenditoriale, permettono alle imprese e alle attività commerciali, attraverso la consulenza di preparati e qualificati professionisti di affidarsi all’Associazione per i problemi più vari.

Azienda che offre consulenze e supporto alle aziende per Sistemi di Gestione, Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza.

ABC Technology Consulting opera nel mondo della consulenza alle aziende per Sistemi di Gestione della Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza, facendo riferimento alle norme UNI EN ISO 9001:2015 / UNI EN ISO 14001:2015 / BS OHSAS 18001:2007.

Il Fondo Formazione Italia (in sigla FondItalia) – Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua – è un organismo di natura associativa promosso dalla Confederazione datoriale FederTerziario – Federazione Italiana del Terziario, dei Servizi, del Lavoro Autonomo e della Piccola Impresa Industriale, Commerciale ed Artigiana – e dalla Confederazione Sindacale UGL – Unione generale del Lavoro – attraverso uno specifico Accordo Interconfederale che riguarda tutti i settori economici, compreso quello dell’agricoltura.

Perché scegliere il Conto Aziende FondItalia?

Confederazione di Associazioni di datori di lavoro operanti nei settori del terziario, dei servizi, della piccola impresa industriale, commerciale, artigiana, del lavoro autonomo in generale.

FederTerziario è nata nel 1993 in Veneto e, nel corso degli anni si è estesa in quasi tutte le regioni d’Italia (Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Umbria, Emilia Romagna, Lazio, Basilicata, Campania, Abruzzo, Puglia, Molise, Calabria, Sicilia, Sardegna, Friuli).

Società di professionisti che forniscono alle aziende di tutti i comparti produttivi (artigianali, commerciali , industriali, agricoli, ecc.) servizi di consulenza e supporto per ottemperare agli adempimenti previsti delle normative vigenti in materia di salute, sicurezza e igiene sul luogo di lavoro.