AM.SI.Form | Ambiente, sicurezza, formazione.

Smart working: non sottovalutare i rischi informatici!

La crescente diffusione dello smart working, può comportare, purtroppo, ad un aumento di rischi informatici per le aziende e utenti della rete.

L’emergenza ha messo sotto i riflettori e moltiplicato nel mondo l’economia in rete e in particolare lo smart working, cioè il lavoro da remoto.

Secondo il report Allianz Risk Barometer 2020 i rischi informatici, per la prima volta, sono percepiti dalle aziende come la minaccia numero uno. E i dati confermano che c’è ragione di preoccuparsi: in Italia, secondo il nono studio annuale di Accenture Security, il costo medio annuo per azienda delle violazioni della sicurezza informatica ha raggiunto gli 8 milioni di dollari, 13 milioni per azienda a livello globale. 

I cosiddetti cyber criminali sono sempre alla ricerca di obiettivi da attaccare e nuovi orizzonti da sfruttare, dai quali poter trarre vantaggi, per lo più in termini economici e mostrano di essere sempre all’avanguardia rispetto al mondo che sta cambiando. L’uso crescente dei dispositivi personali per scopi aziendali, il fenomeno del cosiddetto BYOD (Bring Your Own Device), quindi, costituisce un obiettivo allettante per i cyber criminali e pone i responsabili della sicurezza delle varie realtà produttive di fronte a nuove sfide per la gestione ed il controllo delle infrastrutture, anche al di fuori del normale perimetro aziendale.

Inoltre, sono state già registrate numerosi frodi informatiche, che utilizzano i sistemi di posta elettronica.

Ad esempio, alcune frodi utilizzano tattiche di ingegneria sociale per chiedere donazioni in favore di organizzazioni, impegnate sul fronte della gestione del contagio di COVID-19, invitando i destinatari dei messaggi ad effettuare donazioni, fornendo anche dati personali per inviare un messaggio di ringraziamento.

Alcune indicazione per riconoscere una frode informatica

  • La banca o l’Organizzazione Mondiale della Sanità non chiedono mai di inserire dati sensibili o password attraverso le e-mail;
  • Non inserire mai dati personali (e-mail, numero di cellulare, ecc…) su siti di ci non ne conosci l’affidabilità;
  • Non utilizzare sempre la stessa password;
  • Cambia, spesso, tutte le password;

Lo Smart working è sicuramente uno strumento fondamentale per poter continuare il business, ma deve essere fatto non solo conformemente alle normative in materia di lavoro ma anche seguendo tutti gli accorgimenti e le best practices di sicurezza informatica.

Per poter usufruire dello Smart working i dipendenti dovrebbero possedere le basi di igiene cibernetica e anche da casa provvedere all’aggiornamento dei sistemi operativi di tutti i device, utilizzare e verificare il funzionamento di soluzioni anti-malware, implementare password robuste e complesse da cambiare anche su tutti i dispositivi, configurare i backup dei dati, etc …

Aggiornamento per addetti al Primo Soccorso - aziende del gruppo A
Leggi di piùScheda iscrizione

I requisiti del personale addetto al primo soccorso e la sua formazione, individuati in relazione alla natura dell’attività, al numero dei lavoratori occupati ed ai fattori di rischio, sono individuati dal decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388. (D.Lgs 81/2008 articolo 45 comma 2).

Gavardo
6 ore
23

Siamo partner strategici di importanti realtà nel campo della formazione

A.L.IM. | Associazione Liberi Imprenditori è un’Associazione Datoriale rivolta soprattutto agli artigiani e commercianti, ossia a quella parte del tessuto produttivo che costituisce la “Piccola e Media Impresa del Nord Italia” e a tutti gli operatori del Terziario avanzato e dei Servizi alle Imprese, sempre più fattori di innovazione e sviluppo per le attività imprenditoriali.

A.L.IM. si propone quale partner privilegiato per le PMI. I diversi servizi offerti, che spaziano nei principali ambiti dell’attività imprenditoriale, permettono alle imprese e alle attività commerciali, attraverso la consulenza di preparati e qualificati professionisti di affidarsi all’Associazione per i problemi più vari.

Azienda che offre consulenze e supporto alle aziende per Sistemi di Gestione, Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza.

ABC Technology Consulting opera nel mondo della consulenza alle aziende per Sistemi di Gestione della Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza, facendo riferimento alle norme UNI EN ISO 9001:2015 / UNI EN ISO 14001:2015 / BS OHSAS 18001:2007.

Il Fondo Formazione Italia (in sigla FondItalia) – Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua – è un organismo di natura associativa promosso dalla Confederazione datoriale FederTerziario – Federazione Italiana del Terziario, dei Servizi, del Lavoro Autonomo e della Piccola Impresa Industriale, Commerciale ed Artigiana – e dalla Confederazione Sindacale UGL – Unione generale del Lavoro – attraverso uno specifico Accordo Interconfederale che riguarda tutti i settori economici, compreso quello dell’agricoltura.

Perché scegliere il Conto Aziende FondItalia?

Confederazione di Associazioni di datori di lavoro operanti nei settori del terziario, dei servizi, della piccola impresa industriale, commerciale, artigiana, del lavoro autonomo in generale.

FederTerziario è nata nel 1993 in Veneto e, nel corso degli anni si è estesa in quasi tutte le regioni d’Italia (Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Umbria, Emilia Romagna, Lazio, Basilicata, Campania, Abruzzo, Puglia, Molise, Calabria, Sicilia, Sardegna, Friuli).

Società di professionisti che forniscono alle aziende di tutti i comparti produttivi (artigianali, commerciali , industriali, agricoli, ecc.) servizi di consulenza e supporto per ottemperare agli adempimenti previsti delle normative vigenti in materia di salute, sicurezza e igiene sul luogo di lavoro.